L’organismo antitrust multa Panzironi

L’autorità antitrust italiana ha multato Life 120 Italia e Welcome Time Elevator, nonché l’emittente televisiva Teletimeuniverso e l’autoprofessato guaritore e guru anti-invecchiamento Adriano Panzironi, per aver ripetuto pratiche commerciali precedentemente sanzionate.

l’autorità ha osservato che le precedenti sanzioni contro la stella della TV, noto per aver spinto un ‘live fino a quando sei 120’ stile di vita e dieta programma, era stato emesso il 13 settembre 2018.

Le due multe sono di 250.000 euro e 40.000 euro.

L’Antitrust ha rilevato in un comunicato che Life 120 Italia ha continuato ad utilizzare due versioni di uno spot per il prodotto Orac Spice nell’ambito delle puntate del programma Il CercaSalute.

D’Antona vedova costernata per la paga dell’assassino

La vedova di Massimo D’Antona, esperto del ministero del lavoro ucciso dalle nuove Brigate Rosse a Bologna nel 1999, ha espresso lunedì scorso sgomento per il fatto che a una delle persone in cerca di lavoro che ha ucciso il marito defunto è stato concesso l’accesso al nuovo reddito di base del governo.

“Ho provato un grande senso di ingiustizia”, ha detto dopo aver saputo che Federica Saraceni stava ottenendo il nuovo beneficio.

“Le cose legali non sempre hanno ragione”.

Saraceni è stata condannata a 21 anni di carcere per la sua parte nell’omicidio di D’Antona, che è stata uccisa fuori casa sua.

“Non sono io che sento il peso dell’ingiustizia, ma tutti i cittadini che l’hanno subita”, ha detto Olga D’Antona.

“La norma deve essere rivista”.

Pasquale Tridico, responsabile dell’INPS, ha detto che Saraceni ha ottenuto il beneficio e che la legge prevedeva il blocco del reddito solo se una persona è stata condannata nei 10 anni precedenti, non 12 anni fa come nel suo caso.

Matteo Salvini, leader del partito dell’estrema destra, ha detto: “O chiariscono la cosa o si ritirano (il beneficio).

O fermeremo il lavoro del Parlamento”.

D’Antona vedova costernata per la paga dell’assassino

La vedova di Massimo D’Antona, esperto del ministero del lavoro ucciso dalle nuove Brigate Rosse a Bologna nel 1999, ha espresso lunedì scorso sgomento per il fatto che a una delle persone in cerca di lavoro che ha ucciso il marito defunto è stato concesso l’accesso al nuovo reddito di base del governo.

“Ho provato un grande senso di ingiustizia”, ha detto dopo aver saputo che Federica Saraceni stava ottenendo il nuovo beneficio.

“Le cose legali non sempre hanno ragione”.

Saraceni è stata condannata a 21 anni di carcere per la sua parte nell’omicidio di D’Antona, che è stata uccisa fuori casa sua.

“Non sono io che sento il peso dell’ingiustizia, ma tutti i cittadini che l’hanno subita”, ha detto Olga D’Antona.

“La norma deve essere rivista”.

Pasquale Tridico, responsabile dell’INPS, ha detto che Saraceni ha ottenuto il beneficio e che la legge prevedeva il blocco del reddito solo se una persona è stata condannata nei 10 anni precedenti, non 12 anni fa come nel suo caso.

Il ghiacciaio M Blanc fa scorrere 90 cm al giorno

Parte di un tratto di un ghiacciaio sul versante italiano del Monte Bianco che rischia di crollare scivola giù per la montagna ad una velocità di 90 cm al giorno, hanno detto lunedì la Regione Valle d’Aosta e la fondazione montana sicura di Courmayeur.

Raffaele Rocco, responsabile della pianificazione, delle risorse idriche e del territorio della Valle d’Aosta, ha dichiarato che questo pezzo di 27.000 metri cubi rappresenta il 10% del tratto di ghiacciaio che rischia di staccarsi.

Si muove circa tre volte più velocemente del resto della sezione, che scorre circa 30-35 cm al giorno, e otto volte più velocemente della sezione posteriore che si muove a 15 centimetri al giorno.

Il radar è stato installato per monitorare questo tratto del ghiacciaio del Planpincieux sulle Grandes Jorasses del massiccio del Monte Bianco, vicino a Courmayeur.

Gli esperti affermano che i ghiacciai che si ritirano rapidamente, un’importante fonte di acqua dolce, sono tra i molti sintomi della crisi climatica provocata dall’uomo.

D’Antona vedova costernata per la paga dell’assassino

La vedova di Massimo D’Antona, esperto del ministero del lavoro ucciso dalle nuove Brigate Rosse a Bologna nel 1999, ha espresso lunedì scorso sgomento per il fatto che a una delle persone in cerca di lavoro che ha ucciso il marito defunto è stato concesso l’accesso al nuovo reddito di base del governo.

“Ho provato un grande senso di ingiustizia”, ha detto dopo aver saputo che Federica Saraceni stava ottenendo il nuovo beneficio.

“Le cose legali non sempre hanno ragione”.

Saraceni è stata condannata a 21 anni di carcere per la sua parte nell’omicidio di D’Antona, che è stata uccisa fuori casa sua.

“Non sono io che sento il peso dell’ingiustizia, ma tutti i cittadini che l’hanno subita”, ha detto Olga D’Antona.

“La norma deve essere rivista”.

PM, FM indietro abbassando l’età di voto a 16 anni

Il premier Giuseppe Conte e ministro degli Esteri e leader del Movimento a 5 stelle (M5S) Luigi Di Maio ha dichiarato lunedì di essere favorevole all’abbassamento dell’età di voto a 16 anni.

Al momento, gli italiani devono aspettare i 18 anni per poter votare per i loro rappresentanti in Camera e 25 per i legislatori in Senato.

“Abbassare la soglia di voto a 16 va bene per me”, ha detto Conte.

“Ce l’hanno già in altri paesi”, ha detto.

“Non abbiamo ancora iniziato a discuterne in seno al governo, ma potremmo farlo: ma sarebbe meglio farlo in parlamento”.

Di Maio ha detto via Facebook: “Dare il voto ai sedicenni è una proposta che siamo sempre stati in ritardo e che sosteniamo con forza”.

In Italia i giovani sono chiamati “Gretini”, “Gretini”, (‘little Gretas’, in riferimento all’attivista della crisi climatica Greta Thunberg).

“Per quanto ci riguarda, queste persone dovrebbero essere rispettate, ascoltate e poste al centro del nostro mondo politico.

“Se un sedicenne può lavorare e pagare le tasse, dovrebbe avere anche il diritto di voto e decidere chi decide della propria vita”.

Autunno per colpire l’Italia Mercoledì

L’autunno colpirà l’Italia il mercoledì con piogge e tempeste diffuse in tutto il paese, hanno detto i meteorologi lunedì.

Ci saranno anche grandinate diffuse, poiché le temperature scendono drasticamente, hanno detto.

L’Italia sta vivendo un’estate indiana.

L’ultimo giorno del caldo sarà martedì, hanno detto i meteorologi, dopo di che un fronte di tempesta atlantica abbasserà le temperature di una media di otto gradi.

Gli avvocati criminali a colpire per legge

Gli avvocati penali italiani scioperano per cinque giorni, dal 21 al 25 ottobre, contro una riforma che interrompe la prescrizione dopo il primo grado di giudizio.

L’Unione delle Camere Penali ha annunciato lo sciopero lunedì.

Si diceva che la riforma sancisce un principio “aberrante”.

“I cittadini rimarranno nell’influenza della giustizia penale per un tempo indefinito”, ha detto.

Il ministero della giustizia ha detto che non intende cambiare la misura, che è stata presentata dal precedente governo, ha detto il sindacato.

E il partito democratico di centro-sinistra dominante “ha solo espresso riserve estremamente blande su di esso”, ha detto.

Di Maio sostiene l’abbassamento dell’età di voto a 16 anni

Il Ministro degli Esteri e leader del Movimento a 5 stelle (M5S) Luigi Di Maio ha dichiarato lunedì di essere favorevole all’abbassamento dell’età di voto a 16 anni.

Al momento, gli italiani devono aspettare i 18 anni per poter votare per i loro rappresentanti in Camera e 25 per i legislatori in Senato.

“Dare il voto ai sedicenni è una proposta che siamo sempre stati in ritardo e che sosteniamo fortemente”, ha detto Di Maio su Facebook.

In Italia i giovani sono chiamati “Gretini”, “Gretini”, (‘little Gretas’, in riferimento all’attivista della crisi climatica Greta Thunberg).

“Per quanto ci riguarda, queste persone dovrebbero essere rispettate, ascoltate e poste al centro del nostro mondo politico.

“Se un sedicenne può lavorare e pagare le tasse, dovrebbe avere anche il diritto di voto e decidere chi decide della propria vita”.

Uomo stabile arrestato per aver abusato di 7 ragazze

Un proprietario di un maneggio nei pressi di Napoli è stato arrestato lunedì, con il sospetto di aver abusato sessualmente di sette allieve.

L’uomo è stato arrestato vicino a Caserta a nord di Napoli.

E’ accusato di violenza sessuale aggravata.

L’uomo è stato messo agli arresti domiciliari.

L’uomo d’affari, che è anche istruttore di equitazione, è stato denunciato da una delle sue presunte vittime.