Ancelotti ottiene il divieto di una partita per protestare

Il Napoli coach Carlo Ancelotti ha ottenuto il divieto di una partita giovedì per protestare contro una presunta penalità non assegnata alla sua squadra nella costruzione del gol dell’Atalanta in un pareggio per 2-2 al San Paolo mercoledì sera.

Ancelotti era furioso che un contatto tra il difensore danese dell’Atalanta Simo Kjaer e l’attaccante spagnolo del Napoli Fernando Llorente non è stato giudicato un rigore e il centrocampista croato Josip Ilicicic ha continuato a segnare il secondo gol di Atalanta, a cinque minuti dalla fine.

Le sue veemente proteste gli hanno assicurato un cartellino rosso.

Ha definito la sua espulsione un “attacco alla mia professionalità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *