Il 23,9% dice che le vittime di stupro provocano con i dres

Circa il 23,9% degli italiani in un’indagine ISTAT sulla violenza di genere pensa che le donne portino lo stupro su se stesse per il modo in cui si vestono, ha detto lunedì l’agenzia statistica.

E il 39,3% della popolazione italiana pensa che una donna possa evitare lo stupro se lo vuole davvero, ha detto il sondaggio.

Inoltre, circa il 15,1% pensa che se una donna viene stuprata mentre è sotto l’influenza di bevande o droghe è almeno in parte responsabile, secondo il sondaggio.

Circa il 6,2% degli italiani dice che le donne “serie” “non si fanno violentare”.

Circa il 7,2% delle donne dicono spesso di no quando intendono dire sì a una proposta sessuale, e il 10,3% della popolazione (12,7% degli uomini e 7,9% delle donne) afferma che le accuse di stupro sono “di solito false”.

Solo l’1,9% pensa che non si tratti di stupro se un uomo costringe la sua partner a fare sesso contro la sua volontà.

Per un altro 7,4% del campione, ha detto l’ISTAT, è accettabile che un uomo schiaffi la sua ragazza per aver flirtato con un altro uomo, e un ulteriore 6,2% dice che gli schiaffi sono una parte normale dello stare insieme.

La Sardegna (15,2%) e la Val d’Aosta (17,4%) sono le regioni con le soglie più basse di tolleranza verso la violenza di genere, mentre l’Abruzzo (38,1% e la Campania (35%) sono le più alte.

Uomini e donne differivano “significativamente” nella loro opinione sulle questioni, ha detto l’ISTAT.

La relazione era intitolata “Stereotipi sui ruoli di genere e l’immagine sociale della violenza sessuale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *