I funzionari ASEAN ricevono una formazione in Italia

Una delegazione di alto livello dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est asiatico, è in Italia per una settimana di formazione e scambio di esperienze e migliori pratiche nel campo della protezione civile, ha detto il ministero degli Esteri in un comunicato.

L’evento è stato organizzato dal ministero degli Esteri, che ha anche fornito il sostegno finanziario nell’ambito di un accordo tra Italia e paesi ASEAN (Vietnam, Thailandia, Indonesia, Filippine, Brunei, Laos, Cambogia, Malesia, Singapore, Myanmar), ha detto il comunicato.

L’obiettivo della visita è quello di rafforzare le conoscenze tecniche e scientifiche e la collaborazione tra l’Italia e i paesi ASEAN per la riduzione del rischio di catastrofi, secondo il comunicato.

Il corso di formazione avanzata è iniziato presso la sede della Protezione Civile italiana, dove la delegazione ASEAN è stata accolta dal capo dipartimento Angelo Borrelli e dal capo della Divisione Sud-Est asiatico e Pacifico del ministero degli Esteri.

La delegazione dell’ASEAN ha poi visitato le sale operatorie del dipartimento della protezione civile e il suo centro funzionale centrale, ha detto la dichiarazione.

Nei prossimi giorni la delegazione sarà ospitata dalla Fondazione Eucentre, dalla Fondazione CIMA e dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia.

Sessioni di formazione e visite sul campo permetteranno ai funzionari di testimoniare l’eccellenza scientifica italiana che è alla base del sistema di protezione civile, ha concluso il comunicato.

Zingaretti aperto alla M5S-PD a livello regionale

Il governatore del Lazio e capo del Partito Democratico (PD) Nicola Zingaretti ha dichiarato di essere aperto all’idea di un’alleanza tra i nuovi partner nazionali del Movimento a 5 stelle (M5S) e del PD alle elezioni regionali, sulla base di un’idea proposta dal ministro della Cultura del PD Dario Franceschini.

“Se governiamo l’Italia con un programma chiaro, perché non cercare di aprire un processo di rinnovamento e cambiamento anche nelle regioni?” Disse Zingaretti.

Matteo Salvini della Euroskeptic League, che ha staccato la spina a un governo della M5S-League l’8 agosto e da allora ha sbattuto il nuovo governo della M5S-PD, ha detto che l’alleanza era semplicemente un tentativo di mantenere il potere e ha detto che coloro che lo promuovono sono “spudorati”.

In occasione di un evento ad Orvieto, ha sfidato la possibile alleanza M5S-PD per andare avanti alle elezioni regionali previste per il 27 ottobre in Umbria.

“Li sfido”, disse Salvini.

Tuttavia, fonti M5S il Giovedi negato la possibilità di un’alleanza nelle elezioni regionali e ha detto che il partito ha altre priorità.

Conte ha occhi più forti legami con la Russia, la Cina, l’India, i Balcani

L’Italia vuole sviluppare ulteriormente i suoi legami con “major global actors” come India, Russia e Cina e “take on new challenges and opportunities” derivanti dal suo ruolo tradizionale nella regione dei Balcani, ha detto lunedì il premier Giuseppe Conte.

“Il nuovo governo investirà le sue azioni in queste direzioni per realizzare al meglio l’enorme potenziale del nostro paese”, ha detto Conte al parlamento prima del voto di fiducia – la prima prova della sua amministrazione centro-sinistra-populista che è entrata in carica la scorsa settimana.

“Questo è lo spirito con cui svilupperemo ulteriormente le nostre relazioni anche con i maggiori attori globali come India, Russia e Cina, oltre che con regioni di particolare interesse per l’industria italiana – come il Sud-Est asiatico”, ha detto.

L’Italia deve rilanciarsi nei Balcani, facendo leva sul suo ruolo tradizionale nella regione in un modo che sia “all’altezza delle sfide e delle opportunità che ne derivano”, ha dichiarato Conte.

Ma mentre questi legami sono e continueranno ad essere vitali, “devono sempre essere perseguiti in modi che siano compatibili con i nostri impegni euro-atlantici”, ha dichiarato Conte.

Gli appuntamenti del Sottosegretario sono stati posticipati

La nomina dei sottosegretari e dei giovani ministri del governo Conte è stata rimandata da oggi in un continuo disaccordo tra le coalizioni di governo, hanno detto le fonti esecutive giovedì.

Una riunione di gabinetto sull’edizione è stata annullata e le fonti hanno detto che le nomine “possono richiedere un’altra settimana,,,.

L’alleanza di governo è composta da tre componenti: il Movimento anti-stabilimento a 5 stelle (M5S), che ha più seggi; il Partito Democratico di centro-sinistra (PD), che ha meno seggi; e il piccolo partito di sinistra Free and Equal (LeU), che ha una manciata di seggi.

Il governo deve nominare 42 sottosegretari e viceministri.

L’M5S si propone di ottenerne 22, di cui 18 al PD e quattro al LeU, secondo fonti governative.

Ma non c’è ancora un accordo formale su chi dovrebbe andare dove, hanno detto le fonti.

Questo è particolarmente vero per i posti di ministero junior più potenti.

Oggetto di contesa sono anche i sottosegretari del premier Giuseppe Conte.

La politica estera del Conte govt di concentrarsi su tutta l’Africa

Il nuovo governo italiano di centro-sinistra-populista si concentrerà sull’intero continente africano, non solo sui paesi del Mediterraneo come la Libia dilaniata dalla guerra, ha detto lunedì il premier Giuseppe Conte ai legislatori.

“Non intendo limitare il mio impegno personale alle sponde meridionali del Mediterraneo”, ha detto Conte in un discorso al Parlamento in vista di un voto di fiducia – il primo test della sua nuova amministrazione ha giurato giovedì scorso.

“Intendo attirare la massima attenzione sull’Africa, sia rafforzando ulteriormente il dialogo ai massimi livelli, sia interpretando personalmente in Europa il ruolo positivo che questo continente deve essere in grado di svolgere nelle relazioni internazionali”, ha dichiarato Conte.

Il sindaco del Nord riceve minacce di morte

Un sindaco del nord Italia ha ricevuto due minacce di morte attraverso il post del mese scorso, ha detto giovedì il quotidiano locale Il Piccolo di Trieste.

Il sindaco di Monfalcone Anna Maria Cisint, del partito della Lega euroscettica anti-migrante, ha ricevuto le minacce il 6 e 20 agosto, ha detto il quotidiano.

C’erano anche riferimenti a Matteo Salvini, leader della Lega ed ex ministro degli interni della linea dura.

Nella seconda missiva il mittente, che si sono firmati “compagno cittadino”, ha detto “ora che la tua schiena non è più coperta dal ‘ministro della paura’…..

‘il partito è finito’ anche per te”.

Salvini diceva spesso che con il suo incarico di Ministro degli Interni “la festa è finita” per i migranti e i Rom.

Il mittente accusava il sindaco di aver chiuso la biblioteca pubblica della città nord-orientale e di aver redatto “liste di proscrizione” degli insegnanti.

Piano Sud per completare il patto Europa -PM

Il premier Giuseppe Conte ha detto che giovedì il governo sta lavorando ad un “piano strutturale per il rilancio del Mezzogiorno (sud Italia) che sarà parte integrante del “Patto per l’Europa” che ho proposto ieri a Bruxelles”.

Conte ha delineato il progetto in una lettera al Quotidiano del Sud che mercoledì scorso ha pubblicato un Manifesto per l’Italia.

La premier ha pubblicato il manifesto su Facebook.

Conte ha detto che il piano del governo include le infrastrutture e altre spese per stimolare l’occupazione e la crescita.

L’obiettivo è quello di creare le condizioni affinché i giovani possano rimanere nel sud d’Italia piuttosto che emigrare, come molti, in altre parti d’Italia o all’estero.

Il ministro del governo per il sud è Giuseppe Provenzano.

Conte ha anche detto che il governo non si opporrà alle richieste di maggiore autonomia delle regioni settentrionali, a patto che ciò rispetti la Costituzione e non divida l’Italia in regioni di prima e di seconda classe.

Conte ha detto che “l’azione riformatrice del governo, a partire dai progetti di autonomia differenziata, mira a promuovere e riconoscere, nel rispetto della Costituzione, le legittime esigenze delle regioni, senza tuttavia perdere di vista gli obiettivi di coesione e solidarietà nazionale”.

Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna hanno chiesto maggiore autonomia e hanno accusato il nuovo governo di voler rimettere in discussione gli impegni del precedente governo.

foto: Provenzano

Conte sollecita una “efficace” solidarietà europea in materia di migrazione

Il premier italiano Giuseppe Conte ha chiesto lunedì scorso all’Unione Europea una “solidarietà efficace” sulla spinosa questione della migrazione, affermando che questa era stata promessa ma mai realizzata dal blocco.

“Non possiamo più farcela senza un’effettiva solidarietà da parte degli Stati membri dell’UE”, ha detto Conte in un discorso in cui ha delineato le priorità del nuovo governo di centro-sinistra-populista in vista di un voto di fiducia – il suo primo test.

“Tale solidarietà è stata annunciata, ma finora non è stata raggiunta”, ha detto Conte.

Nel suo discorso, Conte ha chiesto relazioni con l’Unione Europea più fluide rispetto al precedente governo della coalizione populista-far-right (che ha anche guidato) e ha sottolineato che avrebbe lavorato con Bruxelles per riformare le leggi sull’immigrazione del blocco e le sue regole di bilancio.

L’Italia ha a lungo esortato l’Europa ad assumersi una quota maggiore del peso della migrazione e vuole un meccanismo per trasferire altrove nel blocco dei 28 membri l’afflusso di migranti che arrivano sulle sue coste e quelli di altri stati di “prima linea”.

L’UE ha sospeso la sua missione navale di Sofia nel Mediterraneo a marzo, dopo che l’Italia ha dichiarato che non parteciperà più a meno che non siano state modificate le norme che impongono alle navi di sbarcare i migranti soccorsi nel porto più vicino.

L’Italia vuole anche una riforma del cosiddetto regolamento di Dublino che impone ai migranti di chiedere asilo nel primo paese dell’UE in cui arrivano.

Gli appuntamenti del Sottosegretario sono stati posticipati

La nomina dei sottosegretari e dei giovani ministri del governo Conte è destinata ad essere rimandata da oggi in un continuo disaccordo tra le coalizioni di governo, hanno dichiarato fonti esecutive giovedì.

L’alleanza di governo è composta da tre componenti: il Movimento anti-stabilimento a 5 stelle (M5S), che ha più seggi; il Partito Democratico di centro-sinistra (PD), che ha meno seggi; e il piccolo partito di sinistra Free and Equal (LeU), che ha una manciata di seggi.

Il governo deve nominare 42 sottosegretari e viceministri.

L’M5S si propone di ottenerne 22, di cui 18 al PD e quattro al LeU, secondo fonti governative.

Ma non c’è ancora un accordo formale su chi dovrebbe andare dove, hanno detto le fonti.

Questo è particolarmente vero per i posti di ministero junior più potenti.

Oggetto di contesa sono anche i sottosegretari del premier Giuseppe Conte.

L’inviato italiano in Cina ha nominato Di Maio capo di stato maggiore

Il nuovo ministro degli esteri italiano Luigi Di Maio ha nominato ambasciatore in Cina Francesco Sequi, un diplomatico esperto, come ha detto il suo capo di stato maggiore, il ministero degli esteri in un comunicato del fine settimana.

“In questi anni, in qualità di Vice Presidente della Camera dei Deputati, Vice Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro dello Sviluppo Economico, ho avuto l’opportunità di verificare personalmente l’importante ruolo svolto dal corpo diplomatico italiano nel mondo”, ha detto Di Maio, citato nel comunicato.

“Sequi è un diplomatico con una lunga esperienza, lungimiranza, dinamismo e conoscenza, con il quale sono sicuro che lavoreremo con successo per mantenere l’Italia al centro della scena internazionale, ha detto.

“Sarà un onore per me averlo come capo di Stato Maggiore del Ministero degli Esteri”, Di Maio.

La politica estera, condotta nell’ambito delle alleanze a cui l’Italia è tradizionalmente e storicamente legata, può offrire al Paese un’opportunità di crescita, ha detto Di Maio.

Durante i 14 mesi di Di Maio come ministro dello Sviluppo Economico nel governo della coalizione populista-far-right tra il suo Movimento a 5 stelle e il partito della Lega, l’Italia ha firmato il vasto progetto cinese della “Nuova Via della Seta” che collega l’Asia con l’Europa, ha ricordato.

Il progetto ‘Nuova Via della Seta’, “una nuova grande opportunità” per le aziende italiane è uno dei tanti su cui Sequi ha lavorato nella sua lunga carriera, ha dichiarato Di Maio.